Trattamenti di osteopatia craniale

“Il cranio si muove”!!!
Potrebbe sembrare strano, ma è così. Si muove!! Grazie ad una intuizione di William Garner Sutherland (Osteopata allievo di A.T. Still, padre dell’Osteopatia), si è compresa l’importanza di considerare anche il cranio nel trattamento osteopatico, poiché è formato da diverse ossa articolate fra loro.

Le indicazioni per l' osteopatia craniale riguardano la cura di patologie come:

  • Cefalea ed Emicrania;
  • Nevralgie del Trigemino e Facciale;
  • Patologie occlusali, disfunzioni dell’ATM, trisma, bruxismo, clack mandibolari;
  • Otiti ricorrenti;
  • Vertigini;
  • Acufeni, Tinniti;
  • Stress, stati ansiosi, depressione, irritabilità, turbe del sonno, senso di oppressione, insonnia, turbe della personalità;
  • Palpitazioni, ipertensioni arteriose, tachicardia;
  • Riniti, sinusiti croniche, patologie asmatiche;
  • Problemi di deglutizione, disfagia;
  • Dislessie, balbuzie;
  • Squilibri posturali;
  • Scoliosi;
  • Laringiti, faringiti;
  • Turbe del gusto;
  • Anosmie;
  • Osteopatia pediatrica (disturbi del sonno, pianti notturni, rigurgiti, mancanza di concentrazione, dislessia, stato collerico, aggressività, problemi digestivi, problemi ORL, canale lacrimale otturato, strabismo, scoliosi, Disturbi dell’apprendimento, ipercinesi) Esiti di traumi da parto ( Torcicollo congenito, paralisi ostetriche, problemi di suzione, plagiocefalie);
  • Osteopatia e occhi (Miopia, ipermetropia, strabismo, ptosi palpebrale superiore, lagoftalmo, congiuntivite, sindrome del ganglio ciliare, dolori oculari, lacrimazione esagerata, otturazione canale lacrimale, ipoconvergenze).
Share by: